Pagine

domenica 10 gennaio 2010

ALE, PAM & EZECHIELE

Ciao blog!

 

Ho appena finito di mangiare maki e sashimi per asporto dopo una doccia rigenerante!

Oggi, come programmato, io e Ale abbiamo preso Ezechiele (il mio albero di Natale) e siamo andate nel bosco a piantarlo in libertà!

 

E' stato proprio divertente!!!! Ecco il resoconto delle operazioni completo di foto esplicative:

 

Sveglia di buon'ora alle 11.30 e colazione al bar di Chri per prelevare il carretto porta-albero.

Poi, prendo Ale che si presenta in Rayban, Balenciaga e Timberland con al seguito una borsa contenente il suo "outfit bosco"...

Ci dirigiamo verso casa di sua nonna a prendere la "vanga", e sua nonna ci rimpinza di biscotti e ci riempe la testa di raccomandazioni, istruzioni per l'uso della vanga ed altri espedienti per esempio mettersi dei sacchetti sugli stivali come lei e la zia di Ale quando vanno in cimitero...

Quindi, andiamo a casa mia, in piena zona aperitivo fashion, con tanto di carretto e ne usciamo trascinando sul carretto l'albero di Natale seminando per la città una scia di rami, pini ecc...

Carichiamo il malcapitato in auto, vicino alla vanga, ai trobini ecc.. Non so come il povero albero sia sopravvissuto al viaggio...

E via! Verso il bosco!!

Verso metà strada ci accorgiamo che non abbiamo idea di dove andare, e chiamamo Sandro, che oltre a istruirci sulla strada, ci prende per il culo per una buona mezz'ora..

 

Finalmente, dopo varie peripezie, arriviamo!

 

Scegliamo accuratamente il posto dove piantare Ezechiele, facendo particolare attenzione a non piantarlo in un posto troppo sguarnito di alberi,

dove si sarebbe sicuramente sentito solo...

 

Scaviamo con INCREDIBILE fatica un buco della profondità di 3 cm... Et voilà!

Ezechiele è libero!!

E' seguita una piccola cerimonia nella quale abbiamo ricordato a voce alta il giorno in cui abbiamo preso Ezechiele ed i momenti più belli strascorsi assieme.. 

 

Lasciato Ezechiele, ci incamminiamo verso l'auto svegliando l'intero habitat naturale con le nostre risate e importunando gli abitanti del posto...

 

Ah ah!! Grazie Ale per essere venuta con me a piantare Ezechiele!!

 

Commenti suscitati dalla nostra iniziativa:

Sandro: "Ma è un'albero vero?? Non è che andate a piantare un albero di plastica??"

Sandro: "Per me vi farete arrestare dalla forestale.."

Fred (papà di Ale) parlando con la mamma di Paolin: "Già le vedo.. Sicuramente arriverà la forestale e loro li riempiranno talmente tanto la testa di stupidaggini che finirà che gli agenti scaveranno il buco per l'albero in modo che se ne vadano.."

PS - Abbiamo dovuto dire alla nonna di Ale, proprietaria della "vanga", che serviva per piantarlo nel giardino di Chri, dopo la domanda "Ma cosa dovete fare voi care bambine con una vanga?????"

 

Piantate anche voi gli alberi di Natale dopo averli usati!!!!!

(non quelli di plastica, eh!!!!)

 

Buona serata a tutte!

1 commento:

  1. [...] l’altro anno avremmo dovuto piantarlo (chissà se Ezechiele I è vivo o è morto poche ore dopo [...]

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...