Pagine

mercoledì 9 dicembre 2009

HOME SWEET HOME

POST SCRITTO IERI SENZA CONESSIONE:

Trieste, 08/12 20:30
Buona sera a tutti dalla piovosa Trieste!
Esatto, sono tornata in continente (purtroppo!!!) ed ho talmente tante cose da raccontarvi che non so neanche da che parte cominciare...
Iniziamo in ordine cronologico..:
Siamo partiti dalla calda e soleggiata Brisbane domenica 6 dicembre alle 20:30 (ora locale..). Il viaggio è stato una bella avventura: nonostante abbia preso prima di partire un anticipo dello stipendio, e durante la mia permanenza abbia tartassato il povero collega Sandro per prendere un ulteriore anticipo e spedirmi i soldi, sono comunque riuscita non solo a finire TUTTI i soldi, ma anche di restare in debito col povero Sig. Patrick (papà del mio amico Damo) di 500 dollari per il noleggio dell’auto…
Ebbene arriviamo all’aeroporto con 2 valigioni, 2 tavole da surf da 2 metri ciascuna, e un didgeridoo in mano… Menomale che (miracolo!!!) imbarcare le tavole e tutto il resto degli armenicoli non ci è costato niente, altrimenti non so proprio cosa avrei fatto tra le seguenti cose:
-          Alzare la maglietta e mostrare le tette all’addetto al check in
-          Prendere tutti i bagagli e correre verso il gate, eludendo la sicurezza
-          Incatenarmi alle tavole minacciando uno sciopero della fame
-          Prendere in ostaggio l’addetto al check in usando come arma il didgeridoo
Capisco quelli che, leggendo quanto sopra, denunceranno il blog al centro di igiene mentale..
Comunque, dopo aver fatto impazzire l’intero aeroporto presentando delle carte di credito senza fondi, l’unica cosa che riusciamo a permetterci per il viaggio è un pacchetto formato famiglia di kinder cereali in offerta……
“Finalmente” prendiamo l’aereo. Lasciare l’Australia è stato un trauma, ho anche pianto alla partenza suscitando la compassione dell’intero aeroporto che probabilmente pensava mi fosse morto un famigliare o cose del genere..
Vista la drammatica situazione finanziaria, abbiamo approfittato di TUTTI i pasti a bordo dei vari aerei , anche mettendo da parte quello che non mangiavamo per quando ci veniva fame, e così caro blog sono sopravissuta 27 ore in viaggio senza soldi.
Siccome non avevo neanche i soldi per prendere il treno dall’aeroporto di Venezia a Trieste, mi sono fatta spedire dal solito povero Sandro i soldi strettamente necessari per il biglietto, e così (purtroppo) sono tornata a casa lunedì 7 alle 18:00 sotto la pioggia…
Ricordi più belli:
-          Dall’aereo al ritorno vedere in piena notte un’unica lucetta piccolissima su un’isoletta sperduta nell’oceano a sud della Malaysia
-          Scendere di notte dall’auto in prossimità di Byron Bay per andare in un autogrill e sentire il profumo dell’oceano e alzando gli occhi vedere il cielo limpidissimo (l’Australia ha un cielo molto più nitido del nostro.. forse per il buco nell’ozono..??) con milioni di stelle mai viste
-          Addormentarsi in una delle spiaggie semideserte di pomeriggio tardi e sentire solo il rumore delle onde e della foresta adiacente
-          Aspettare le onde sul surf senza nessun rumore se non quello dell’oceano e vederle frangere di fianco
Segue appena possibile un post con consigli/indirizzi/considerazioni sull’Australia per chiunque ne abbia bisogno!!
Ma passiamo al triste rientro: tristissimo tristissimo rientro, menomale che per fortuna alcune cose lo hanno reso MOOOOLTO più dolce:
-          Il mio amore Alessia è tornata un giorno prima di me e per un paio di mesi sarà qua prima di reimbarcarsi!!!!!! Evvai!!! Domani abbiamo già organizzato serata mojito allo “Swim invernale” (Hydro City)
-          La mia mamma svedese in barba alle migliaia di adolescenti agguerriteè riuscita a comprarmi ben 2 paia di decolletè by Jimmy Choo da H&M!!!!!! Appena mi arrivano devo assolutamente postarvi le foto! E voi siete riuscire a comprare qualcosa da Jimmy Choo per H&M???? Com’era????
Adesso mi dedico alla lettura di Vogue USA dicembre così mi metto subito in pari con le tendenze da condividere con voi care lettrici, e soprattutto alla ricerca di quello che sarà il prossimo scopo di vita per tutte noi fino alla fine dell’anno: cosa ci metteremo a Capodanno?????
Un abbraccio

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...